Italiano English
foto

 

copertina libro
Attilio Speciani, Gabriele Piuri
Tecniche Nuove

Fibromialgia e Sensibilità chimica multipla

Fibromialgia e Sensibilità chimica multipla si presentano come sindromi policausali in cui l'organismo ha raggiunto e superato il livello di soglia, sicché anche stimoli minimi (quali odori, profumi, pressione, stress) generano sintomi eclatanti.

Entrambi i problemi configurano situazioni complesse, e tuttavia districabili. Spesso, chi ne soffre, arriva alla diagnosi dopo lunghe peripezie, dopo aver visto diversi medici, e in uno stato di sofferenza e confusione.

Oggi disponiamo di dati che, anche sul piano scientifico, hanno dimostrato la loro rilevanza: grazie all'esperienza maturata con RecallerProgram, stiamo scoprendo che spesso i valori di BAFF e di PAF dei soggetti fibromialgici sono elevati, e che il miglioramento clinico è accompagnato da una riduzione di questi valori.

L'approccio usuale per affrontare queste condizioni, in SMA, parte dunque dalla valutazione della condizione infiammatoria e metabolica, quindi dal controllo dell'infiammazione da cibo e del livello di infiammazione globale dell'organismo (tossicologia, infezioni, amalgami dentali o altro) con tutti gli strumenti a disposizione.

Con un percorso come quello delineato di seguito, volto a restituire all'organismo la capacità di reagire in modo fisiologico agli stimoli interni ed esterni, abbiamo ottenuto ottimi risultati sul piano clinico:

  1. Prima della visita medica o nutrizionale, effettuazione di un test Recaller o BioMarkers per identificare eventuali reattività alimentari e la loro intensità.
  2. Consulto nutrizionale per mettere a punto la dieta in grado di controllare l'infiammazione da cibo e regolare sul piano alimentare la produzione di citochine e adipochine infiammatorie.
  3. Prima visita con uno dei medici del nostro staff, per la scelta dei supporti terapeutici e la gestione dei farmaci già in uso.
  4. Eventuale richiesta di ulteriori esami. Sovente in questi casi risulta utile approfondire il quadro immunologico e avere un'indicazione dell'assorbimento intestinale mediante esame delle feci.
  5. Controlli nutrizionali seriati successivi, da decidere in relazione alla condizione clinica.
  6. Visita osteopatica, ove indicato.
  7. Follow-up e visite di controllo, secondo indicazione del medico.
  8. Eventuale rivalutazione delle reattività ad alimenti attraverso test Recaller o BioMarkers a distanza di 8-12 mesi.

Letture consigliate


Per fissare un appuntamento

Per fissare un appuntamento è necessario contattare la segreteria di SMA al numero 02 48008454.

Ricordiamo che tutte le operatrici sono preparate a comprendere le necessità individuali e a indicare, già durante il primo contatto telefonico, quali appuntamenti fissare per avviare il percorso più adeguato.

Maggiori dettagli su orari e modalità sono forniti alla pagina "Contatti".

torna ai percorsi »

 

© 2013-2016 SMA Servizi Medici Associati. Foto e composizione fotografica di Enza Tamborra.